________ _____________________________________________________________________________________________________ ________ _______________ _______________ _______________ _______________ _______________ ________
   
Ven
3 sett
Sab
4 sett
Dom
5 sett
Lun
6 sett
Mar
7 sett
 
 
Mer
8 sett
Gio
9 sett
Ven
10 sett
Sab
11 sett
Dom
12 sett
 
Programma cronologico
     XXXI Edizione dal 3 al 12 settembre 2010
res area
       

 

     

letto 5085 volte                 
0 commenti                 
segnala l'articolo                 
stampa PDF                 
chiudi                 

     
sab 04-09-2010 20:00, Teatro Massimo
Ole Bull - Stravaganze e tradizioni
concerto in omaggio al Paganini del nord il grande violinista e compositore Ole Bull nel bicentenario della sua nascita
  
Eseguito da MiNensemblet
guest Susanne Lundeng, violino
Matteo Helfer, orchestrazione 'Lieder' Edvard Grieg
Chiara Di Dino, soprano

Musiche di Ole Bull, Edvard Grieg, Fridthjov Anderssen, Harald Saeverud, Susanne Lundeng

In collaborazione con Ravello Festival
Si ringrazia la Reale Ambasciata di Norvegia in Italia

Ingresso libero fino ad esaurimento posti
durata 70 minuti

Violinista, compositore, intellettuale, Ole Bull fu forse la prima star artistica internazionale della Norvegia. Grande virtuoso del violino, Bull è considerato uno dei maggiori interpreti romantici al pari di Chopin e Liszt. Per celebrare il Paganini del nord a duecento anni dalla sua nascita, la Reale Ambasciata di Norvegia ha invitato a Roma l'ensemble norvegese MiNensemblet accompagnato da Susanne Lundeng, tra i giovani violinisti norvegesi sicuramente la più stimata artista, che mescola la tradizione della musica popolare celtica con elementi di musica contemporanea e sonorità moderne.  
Il successo internazionale di Bull partì dall'Italia. Più precisamente da Bologna, nel 1834, quando il violinista ebbe l'occasione di accompagnare il soprano Maria Malibran, la cantante più famosa dell'epoca. Cominciò così una carriera che lo portò a suonare nei maggiori teatri e nelle corti reali di tutta Europa. Attraversò la grande musica dell'Ottocento e fu acclamato anche in Algeria e negli Stati Uniti. Fu amico della vedova Mozart, suonò a casa Mendelssohn accompagnato al pianoforte dal grande Felix, fece coppia fissa con Franz Liszt. Robert Schumann lo definì il più grande virtuoso del violino dopo la morte di Paganini. Del suo soggiorno a Roma restò memorabile un'esibizione sotto la luna fra le rovine del Colosseo. A Napoli assistette, nel 1834, a una violenta eruzione del Vesuvio, e l'emozione provata gli ispirò la composizione di una Polacca Guerriera. Come autore può essere considerato fra i padri fondatori della musica e della cultura scandinava.
Appassionato ricercatore di composizioni popolari norvegesi, nei suoi concerti alternava l'uso del violino con quello del Hardingfele, strumento tipico del suo paese, molto simile al violino ma con in più quattro o cinque corde di risonanza sottostanti alle quattro principali. Tutti i testimoni dell'epoca ne parlano come di un eccezionale improvvisatore. A Bergen, sua città natale, Bull creò un teatro con l'intento di dare vita a una drammaturgia nazionale norvegese e chiamò a lavorare come autore il giovanissimo Henrik Ibsen. Fu Bull a scoprire il talento musicale di un ragazzo quindicenne di nome Edvard Grieg, che in seguito sarebbe divenuto il più importante compositore scandinavo di tutti i tempi. Questi due grandi musicisti aprirono la strada allo sviluppo della musica classica norvegese, fino ad allora emarginata rispetto alle principali correnti culturali internazionali.

MiNensemblet
Formazione da camera stravagante e ricercata, MiNensemblet ha come caratteristica principale la versatilità dei suoi musicisti, sempre alla ricerca di nuove forme ed espressioni musicali. Dalla sua nascita nel 1992, ha scelto di privilegiare la musica contemporanea collaborando con artisti affermati, tra cui Bjørn Andor Drage, Arvid Engegård, Arve Tellefsen, Bobby McFerrin. Negli ultimi anni l'orchestra ha ulteriormente allargato la sua attività musicale con esecuzioni di musica antica su strumenti d'epoca. Nel 2006 ha pubblicato un CD interamente dedicato a Ole Bull dal titolo OleBullshits. La tournée di MiNensemblet toccherà anche le città di Benevento e Bologna.

Susanne Lundeng
Violinista che arriva dal nord della Norvegia. Forse oggi la più importante artista e compositrice norvegese, Susanne Lundeng rielabora le tradizioni musicali della sua terra con suoi personali arrangiamenti e richiami a sonorità di jazz, rock, musica contemporanea e musiche popolari di altri paesi. Nel suo repertorio alterna brani tradizionali a sue composizioni, lavorando anche sulla vocalità. Il risultato è un suono innovativo, che rende questa artista molto apprezzata da un pubblico vasto. I suoi concerti nel Regno Unito e in Germania sono molto amati, i suoi dischi sono pubblicati in tutto il mondo e sono un grande successo nella Corea del Sud.

Matteo Helfer
Organista, pianista e direttore d'orchestra, ha suonato e diretto per conto di molte istituzioni concertistiche in Europa, Messico e Stati Uniti. Dal 1995 al 2001 è stato direttore artistico del Dolomitimusicafestival di Trento, della cui orchestra la DMf Chamber Orchestra del Trentino Alto Adige è direttore principale dal 1998. Ha collaborato con artisti di fama internazionale come Edita Gruberova e Kristian Johannssohn. Appassionato della cultura norvegese ed esperto della musica di Edvard Grieg, è impegnato nella stesura di una versione per voce ed orchestra dei lieder del grande compositore. Attualmente insegna organo e composizione organistica presso il conservatorio Bellini di Palermo.

Chiara Di Dino
Giovane soprano lirico, nata a Palermo, si è perfezionata con Leone Magiera. Sotto la guida di Mauro Trombetta ha curato il repertorio liederistico che ha eseguito successivamente in giro per l'Europa e in America. Si è specializzata con Luisa Sarlo in musica moderna e contemporanea francese e spagnola. Ha fondato nel 2002 insieme a Matteo Helfer e al musicologo Quirino Principe il Trio Telos, formazione specializzata nell'esecuzione del repertorio liederistico.   

Musicisti: Bjørn Andor Drage, (direzione artistica e musicale, pianoforte), Øivind Nussle e Tor Johan Bøen (violino), Pål Magne Solbakk (viola), Hans-Urban Andersson (violoncello), Jon Sjøen (contrabbasso), Inge Rolland (flauto), Ole Kristoffersen (clarinetto), Jonathan Williams (corno), Anton Biehe (fagotto), Arnfinn Bergrabb (percussioni), Susanne Lundeng (violino), con la partecipazione di:Chiara Di Dino (soprano), Matteo Helfer (direttore d'orchestra).   

Programma: · Ole Bull: Et sæterbesøk ("Tra i monti")     
· Edvard Grieg: Holberg Sweet Mint ("Preludio" dalla "Holberg Suite" arr. Bjørn Andor)
· Edvard Grieg: Ole Bull's Hits no.2 ("Danza norvegese" n.2 arr. Bjørn Andor)
· Ole Bull: Sæterjentens søndag ("La domenica della pastorella") · Edvard Grieg: "Lieder" – Orchestrazione di Matteo Helfer 1) Jeg giver mit digt til våren (Bjørnson) Op. 21 n. 3
Ho dato il mio canto alla Primavera
2) Zur Rosenzeit (Goethe) Op. 48 n. 5
Il tempo delle rose
3) Solveigs vuggevise (Ibsen) Op. 23 n. 26
Ninna nanna di Solveigs
4) Ein Traum (Bodenstedt) Op. 48 n. 6
Un sogno
5) Fra Monte Pincio (Bjørnson) Op. 39 n. 1
Dal Monte Pincio
6) Eros (Benzon) Op. 70 n. 1
Eros Chiara Di Dino, soprano · Fridthjov Anderssen: Arietta per violino e pianoforte   
· Harald Sæverud: Kjempefiss ("Ballata della sommossa")    · Susanne Lundeng: 
 1) Nattevåk ("Veglia notturna")
2) Ingenting sakralt ("Nulla di sacrale")
3) Videre ("Avanti")
4) Duve ("Onde")
5) Kela Susanne Lundeng, violino · Edvard Grieg: Dovro gosh (da "Peer Gynt") 
· Susanne Lundeng: Ut av skapet ("Rivelarsi")       Musicisti:
Bjørn Andor Drage, pianoforte, direzione artistica e musicale
Øivind Nussle e Tor Johan Bøen, violino e viola
Hans-Urban Andersson, violoncello
Jon Sjøen, contrabbasso
Inge Rolland, flauto
Ole Kristoffersen, clarinetto
Jonathan Williams, corno
Anton Biehe, fagotto
Arnfinn Bergrabb, percussioni Susanne Lundeng, violino
con la partecipazione di:
Chiara Di Dino, soprano
Matteo Helfer, direttore d'orchestra    



 

Consulta pure

MercOledì in scena all'Auditorium Calandra lo spettacolo "Valani"
Solot Compagnia Stabile di Benevento e Sancto Ianne

n.300 11-04-2011 12:20, letto 5850 volte  

Benevento Città Spettacolo, il programma di oggi mercOledì 8 settembre
La mostra sui 150 anni del Teatro Comunale, lo spettacolo Nuvole barocche e il concerto dei Sancto Ianne che si spostano al Teatro Massimo

n.214 08-09-2010 14:25, letto 3347 volte  

NuvOle barocche
con il patrocinio della Fondazione Fabrizio De André

n.154 12-07-2010, letto 4030 volte  

E' festa! Progetto favola infanzia a cura de Le NuvOle
spettacoli e laboratori per i più piccoli (età consigliata 4-10 anni)

n.92 10-09-2009 11:13, letto 3013 volte  

E' festa! Progetto favola infanzia a cura de Le NuvOle
spettacoli e laboratori per i più piccoli (età cosigliata 4-10 anni)

n.90 07-09-2009 19:56, letto 2812 volte  

Categoria BnCs2010
    www.beneventocultura.it
  
  
 13-12-2018 05:27 - 142  
   
 

nessun commento

aggiungi il tuo commento