informazioni dal Settore Cultura e Turismo del Comune di Benevento

___________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________________________________

  

letto 2818 volte     
0 commenti     
     
segnala l'articolo     
stampa PDF     
chiudi     

     
sab 23-10-2010 17:30, Teatro Comunale
"Serata futurista"
Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, Napoli
  

La serata futurista è nata dall'impegno comune di tutti, docenti e discenti. Gli allievi del Liceo Artistico dell'Istituto Suor Orsola Benincasa di Napoli hanno lavorato con autentica passione per tutto l'anno scolastico all'allestimento dello spettacolo e alla messinscena totale. Hanno realizzato interamente i costumi che indossano, le scenografie ed hanno collaborato alle coreografie, alla scelta delle musiche e alla stesura del testo. Anche gli alunni degli altri licei del Suor Orsola, il Classico e il Linguistico, hanno indossato i panni di scena per questa "serata" eccezionale.

Guidati dalla sapiente maestria di docenti specifici nel settore come la scenografa Gilda Cerullo e la musicista Paola Casagrande, e dall'intensa collaborazione delle docenti Rita Carbone e Rossella Scomparin che hanno coordinato le prove e l'intero progetto nella sua totalità. La serata è stata possibile grazie all'impegno dell'Istituto stesso, diretto dal Prof. Lucio d'Alessandro, che ha creduto fortemente nell'entusiasmo e nella serietà degli studenti e dei docenti, affidando ad essi l'onorevole ma altrettanto oneroso carico delle celebrazioni dei festeggiamenti Nazionali del Centenario del Manifesto Futurista.

"Per noi è un motivo di grande soddisfazione – spiega il prof. d'Alessandro – che il Comitato Nazionale per i festeggiamenti del Centenario Futurista abbia voluto affidare al nostro Istituto l'evento di chiusura di oltre un anno di celebrazioni di grande valore artistico e culturale. Ma sono certo che la riproposizione di una vera e propria serata futurista che siamo riusciti ad allestire con uno straordinario impegno di allievi e docenti è un evento che anche per il suo valore simbolico ha rappresentato la degna conclusione di questo lungo percorso di celebrazioni. Ringrazio il maestro Ugo Gregoretti da sempre grande amico di Napoli e dei suoi studenti per averli voluti ospitare nell'ambito di una rassegna teatrale di tanto prestigio".

L'idea di questa messa in scena sta nel descrivere una vera serata teatrale futurista: narrando scenicamente le caratteristiche principali del suo reale svolgimento e rendendo visibili alcuni contenuti intrinseci.
La serata futurista consisteva in una miscela dinamica di declamazioni di poesie, lettura di manifesti, presentazione di opere d'arte, intrattenimenti del pubblico sotto ogni forma spettacolare e soprattutto aperta provocazione degli spettatori; ovviamente il tema politico era uno dei più ambiti dai futuristi. Il successo della serata si misurava dagli insulti e non dagli applausi ricevuti.

Lo spettacolo realizzato è ulteriormente arricchito da alcune componenti realmente esistenti al tempo dei futuristi, ma proposte in una forma spettacolare. Ad esempio, l'annuncio pubblicitario, che nella sua realtà consisteva solo nel lancio di volantini o esposizione di cartelloni, in questo caso è materializzato dalla presenza fisica degli intonarumori, i quali da oggetti antichi, antenati dei vecchi grammofoni, diventano fisicamente persone rumorose, fastidiose, che annunciano momenti importanti affinché lo spettatore ne resti impressionato. Un'altra componente apparentemente anomala potrebbe risultare quelle della danza, che non è affatto intesa come balletto classico ottocentesco o casomai contemporaneo, bensì è danza nel senso più puro, ossia percezione dinamica di un corpo in movimento.

Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, Napoli
Referente Università/University Representative: Prof. Lucio D'Alessandro
Titolo/Title: Serata futurista
a cura di/by: Rita Carbone, Paola Casagrande, Gilda Cerullo, Rossella Scomparin
con la collaborazione di/in collaboration with:  Serena De Martino
Con/with:  Dario Capaldo, Debora Pagano, Fulvia Amoruso, Concetta De Prisco, Donato De Luca, Riccardo De' Santi, Davide Di Costanzo, Maria Antonia Positano, Federica Ranaulo, Fabiana Germanò, Tullio Autore, Mattia Del Buono, Federica Russo, Gianluca Serlenga, Davide Patrone, Pietro La Terza, Ugo Cerrito, Angela Marone, Melania Passeggio, Elena Croce, Caterina D'Auria, Eleonora Miranda, AnnaMaria Padovani, Chiara Fusco, Eleonora de Franciscis, Giulio Gaudioso, Francesca Filosa, Vittoria Pappalardo, Corinne Saggiomo, Federica Scetta, Alfredo Spada, Nadia Panzanella, Valentina Amirante, Federica De Pasquale, Maria Gloria Minelli,  Daniela Pansini, Debora Contiello, Benedetta Della Pietra, Giulia Di Criscio, Camilla Di Marzo, Laura Sangiovanni, Federica Carlomagno, Mattia Capuano, Nicola Capuano, Fabrizio Coppola, Ferdinando Formicola, Daniele Di Mauro, Luigi Petrazzuolo
Costumisti e scenografi/costume and set designers: Alessandra Bonolis, Ludovica D'Angelo, Martina Di Fenza, Emanuela Esposito, Giorgia Esposito, Cristian Guetta, Simona Loiacono, Rita Transella.



 
Categoria UT2010
    www.beneventocultura.it
  
  
 09-12-2019 11:51 - 242  
   
 

nessun commento

aggiungi il tuo commento