informazioni dal Settore Cultura e Turismo del Comune di Benevento

___________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________________________________

  

letto 2447 volte     
0 commenti     
     
segnala l'articolo     
stampa PDF     
chiudi     

     
ven 23-10-2009 17:30, Palazzo Paolo V
Drammaturgia dello spazio
SEMINARI/SEMINARS
  
A cura di Marco De Marinis
h 16.00
Nel Novecento va in crisi l'organizzazione spaziale cosiddetta del "teatro all'italiana", sorta nel Seicento e consolidatasi e diffusasi in tutto il mondo nei due secoli seguenti, sia pure con forti varianti nazionali. Si sperimentano soluzioni più o meno radicalmente alternative (compresa la teatralizzazione di luoghi non teatrali, che dilaga nella seconda metà del secolo), mossi dall'esigenza di trasformare il rapporto spettacolo-spettatore proprio del teatro all'italiana (frontale, distante, passivo) in una relazione più stretta e più coinvolgente a tutti i livelli.
Nello stesso tempo, le esperienze novecentesche sullo spazio scenico sono animate dalla nuova convinzione (una delle idee base della regia) che esso non sia un prius neutro ed esterno alla creazione dello spettacolo ma, al contrario, rappresenti un elemento fondamentale della drammaturgia teatrale, allo stesso titolo del testo scritto, dell'attore, della musica, del pubblico. Lo spettacolo a itinerario, il teatro dei luoghi e la performance "sito-specifica" rappresentano alcuni dei più significativi approdi post-novecenteschi della drammaturgia dello spazio.

PALAZZO PAOLO V – FRIDAY 23RD OCTOBER H 16.00
"DRAMATURGY OF SPACE" BY MARCO DE MARINIS

The XX century crisis affects also the space organization of the so called "Teatro all'Italiana" (Italian-style theatre). It was born in the XVII century and was spread around the world in the next centuries, with specific characteristic in each country. Alternative solutions were experimented (including the theatralization of non-theatrical places), on the basis of a new need aiming at changing the relation between show and audience in the Teatro all'Italiana (which was a frontal show, distant from the audience that remained bound to a passive role). This change was aiming towards a closer and more-involving relation on different levels.
At the same time, the experiences of the XX century on the theatre stage were characterized by a new idea according to which space plays a key role on the stage. Space is no more an external, neutral factor, and its role can be compared to the role that the text, the actor, the music, and the audience play. The most significant examples of this new idea are the travelling shows, the theatre of the places and the site-specific performances, which are also the most interesting outcomes of the post-Twentieth century dramaturgy of space.




 

Consulta pure

Festival Universo Teatro, nella V edizione spazio alla critica teatrale
Giovedì sarà inaugurata anche la mostra "Pensieri in scena" allestita a Palazzo Paolo V

n.341 22-10-2011 12:35, letto 3386 volte  

Festival Universo Teatro, nella V edizione spazio alla critica teatrale
Giovedì sarà inaugurata anche la mostra "Pensieri in scena" allestita a Palazzo Paolo V

n.342 22-10-2011 12:35, letto 3177 volte  

Presentato stamani il progetto SLENG (spazio Libere Espressività Non Garantite)
La conferenza è stata preceduta dall’inaugurazione del Piccolo Teatro Libertà

n.271 08-10-2010 13:00, letto 4837 volte  

Presentato stamani il progetto SLENG (spazio Libere Espressività Non Garantite)
La conferenza è stata preceduta dall’inaugurazione del Piccolo Teatro Libertà

n.279 08-10-2010 13:00, letto 3010 volte  

Stanislavskij prova Otello. Regia, attore, spazio scenico.
SEMINARI/SEMINARS

n.109 01-10-2009 19:02, letto 3235 volte  

Categoria Universo Teatro
    www.beneventocultura.it
  
  
 13-04-2024 20:38 - 111  
   
 

nessun commento

aggiungi il tuo commento